Incoterm 2020

Incoterm 2020

Incoterm 2020


Il termine Incoterms® è deriva dai termini in inglese di International Commercial Terms (IN. CO. TERMS). Definiti dalla Camera di Commercio Internazionale (ICC), gli Incoterms® vengono rivisti ogni 10 anni seguendo l’evoluzione delle pratiche commerciali internazionali. Questi termini riflettono la distribuzione dei costi (ad esempio il costo del trasporto) e dei rischi tra le parti.

Definiscono quindi alcuni obblighi, costi e rischi generati dal trasferimento di un prodotto. Gli Incoterms® aiuteranno l’acquirente e il venditore a definire chi di loro sosterrĂ  i costi. Consentiranno inoltre di specificare il momento in cui è passato il rischio. In vigore dal 1 gennaio 2020, la nuova versione, come la precedente, è composta da 11 Incoterms®, ancora classificati in due gruppi secondo la modalitĂ  di trasporto la merce.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Progetto-senza-titolo-1024x640.png

Le principali modifiche agli Incoterms® 2020

FCA – Nuova opzione polizze di carico con menzione on board

La versione 2020 ha aggiunto un’opzione che consente alle parti di soddisfare i requisiti bancari con un credito documentario (o lettera di credito).
Questa nuova opzione consente al venditore di ottenere la consegna del documento di trasporto che attesta il carico a bordo. SarĂ  ora possibile concordare con l’acquirente l’emissione di una polizza di carico (o qualsiasi altro documento di trasporto) con la dicitura “On board” o “Received for shipment”
Questa opzione è stata creata per rispettare la legislazione di alcuni esportatori che richiedono un credito documentario e riconoscono solo i documenti di trasporto classici (CMR, LTA, polizza di carico).

CIF – CIP Differenziazione delle coperture assicurative

La versione del 2010 richiedeva che il venditore avesse un livello minimo di copertura identico per entrambe le regole. La regola Incoterms® CIP ora impone l’obbligo di coprire “tutti i rischi”, il che aumenta il livello di assicurazione e quindi il costo del premio a carico del venditore.

DAT 2010 diventa DPU 2020

Questo è lo sviluppo con l’impatto piĂą significativo in termini di valutazione in dogana.
Nelle regole Incoterms® 2010 l’unica differenza tra DAT e DAP era che per il DAT il venditore consegnava la merce una volta scaricata dal mezzo di trasporto in arrivo al terminal, mentre per il DAP la merce si considerava consegnata una volta effettuata a disposizione dell’acquirente sui mezzi di trasporto senza essere scaricati.

Condividi su:

Articolo precedente
Articolo successivo